Sentiero della Barbera

Partenza da Piazza Umberto I, scendendo da via Verasis si entra nel borgo medioevale chiamato "La Rocca", per una piccola scala si imbocca la medioevale via Cavorra e si scende nella valle sottostante ove si trova il mulino settecentesco della famiglia Asinari di San Maurzano sul rio Salerio.

L' mboccata sulla destra via Robino in regione "Feiteria" e succesivamente, sempre sulla destra, strada Aie, che dopo poche centinaia di metri si lascia per imboccare ancora sulla destra una strada comunale "bianca" che ci porta alle case Bossola.

La vegetazione prevalente è il querceto misto. Continuiamo a seguire la valle del rio Bragna per via Bossola e successivamente a destra per strada Anziani. Giunti a pochi metri dal ponte sul rio, punto più basso del percorso, si svolta a sinistra per una strada "bianca" vicinale che conduce a Cà del Bosco.

Si risale il bosco la valletta tra il Briccone e località Fubine e guadagnato il crinale ci si affaccia sulla valle Tanaro. Si sale per strada Briccone e si giunge alla Chiesa di Santa Margherita.

Si gira a sinistra sulla provinciale che conduce a Costigliole, dopo alcune centinaia di metri si svolta a destra in strada Piazza: sulla sinistra vi è una collinetta con una torre seicentesca, ultimo resto dell'antico abitato di San Martino di Cavorra distrutto dalle truppe spagnole durante la guerra dei trent'anni (1618 -1648); alla destra una importante cascina seicentesca.

Il territorio ora si presenta con moti vigneti ben curati, paesaggi molto suggestivi. Giunti al quadrivio si gira a destra per strada Piva e si scende verso la Val Tanaro, infondoalla discesatroviamo la cascina più antica di Costigliole, del 1300.

Si prosegue in direzione Sant'Anna giunti al quadrivio dove si erge la Chiesa dell'Annunziata si procede verso la provinciale, si svolta poi a destra in strada Cascinotto, e all'incrocio con strada Santo Stefanetto giriamo a sinistra e raggiungiamo l'abitato di Costigliole d'Asti e il punto di partenza.

 

 

 

.

Comune di Costigliole d'Asti utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l' utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento